Guida alla scelta del miglior ecoscandaglio

 

Diciamo la verità: una battuta di pesca non è divertente se a fine giornata il bottino è magro. Il sogno di ogni pescatore è quello di catturare prede di misura o un buon quantitativo di pesce, che ripagano sempre dell’impegno, della fatica e del tempo dedicato a questa grande passione che è la pesca sportiva in mare.

Per fortuna la tecnologia ci viene in aiuto e quando a bordo abbiamo con noi il miglior ecoscandaglio, le possibilità che una battuta di pesca sia un successo, crescono in modo esponenziale. Esperienza e istinto sono due doti che non devono mancare mai a un buon pescatore, ma se a queste doti si aggiungono anche le più sofisticate apparecchiature per la pesca dalla barca, i risultati arrivano più in fretta.

Garmin Striker 4
Deeper Pro Sonar Wi-Fi
Lixada 100M
Ecoscandaglio elettronico Fishingsir
“motosega“motosega“AlpinaAlpina-c50
Rapporto qualità prezzo imbattibile
Prezzo ottimo
Prezzo economico
Prezzo ottimo per quello che offre
Profondità:230 metri
Profondità:40 metri
Profondità 100 metri
Profondità:100 metri
Eccellente in tutto
Tecnologico
Robusto ed economico
Rifinito nei dettagli
Vedi Prezzo
Vedi Prezzo
Vedi Prezzo
Vedi Prezzo

Con questo articolo ti spieghiamo nel dettaglio come fare per scegliere un ecoscandaglio e quali elementi devi valutare prima dell’acquisto. Qui troverai anche la recensione dei 4 migliori modelli oggi disponibili, così potrai orientarti bene nella scelta. Prima di descrivere gli ecoscandagli che abbiamo selezionato per te, vediamo come funzionano, a che servono e come sceglierli.

Cos’è un ecoscandaglio

Cos’è esattamente un ecoscandaglio? Si tratta di uno strumento che ha origini millenarie e veniva usato dai pescatori per misurare la profondità del mare, ma anche di tutte le acque navigabili, dai fiumi ai laghi.

Il funzionamento di un ecoscandaglio è molto semplice. Vengono inviati degli impulsi sonori nelle profondità marine, queste onde sonore colpiscono il fondale e poi tornano indietro. Per misurare la profondità del mare si registra l’intervallo di tempo tra l’emissione degli impulsi e il ritorno del segnale e lo si divide a metà.

I migliori ecoscandagli oggi in commercio dispongono di tecnologie molto più sofisticate rispetto a quelle che abbiamo appena descritto. Alcuni sono capaci di restituire delle immagini nitide del fondale, al punto che è possibile individuare eventuali relitti oppure dei banchi di pesce.

Ecoscandaglio

A cosa serve un ecoscandaglio

Gli ecoscandagli sono utilizzati su barche e navi di tutti i tipi e gli usi principali sono due:

  1. Vengono usati sulle navi per motivi di sicurezza, in quanto le imbarcazioni possono navigare senza rischi, evitando le collisioni con gli scogli anche quando si muovono in fondali bassi. Anche in condizioni di scarsa visibilità, di notte e in caso di condizioni meteo avverse, con un ecoscandaglio a bordo si possono individuare ed evitare eventuali pericoli.

 

  1. Durante la battuta di pesca, con un ecoscandaglio vengono localizzati con facilità i banchi di pesci, anche quando i fondali sono molto profondi. Un tempo il successo di una battuta di pesca era legato alla conoscenza della zona o affidata alla fortuna, ma con questa strumentazione a bordo i pescatori sanno esattamente dove gettare l’ancora.

Come scegliere il miglior ecoscandaglio

Gli ecoscandagli disponibili sul mercato sono di diversi tipi e per tutte le tasche. Come fare per scegliere il migliore (magari senza spendere troppo)? Segui le indicazioni della nostra guida e imparerai quali aspetti valutare prima dell’acquisto.

#1 Differenza tra ecoscandaglio e profondimetro

Prima di mettere le mani al portafogli, devi capire bene la differenza tra i due strumenti. Un profondimetro serve unicamente per calcolare la profondità del fondale e sullo schermo restituisce anche una rappresentazione grafica di quello che si trova sotto l’imbarcazione.

Si tratta quindi di uno strumento molto utile nelle imbarcazioni che hanno una chiglia abbastanza ingombrante: con un profondimetro non si corre il rischio di rimanere incagliati o sbattere su uno scoglio.

Un ecoscandaglio offre invece molte più informazioni. Oltre a segnalare la profondità del fondale, permette di individuare banchi di pesci e offre delle informazioni aggiuntive in relazione alla dimensione delle prede o alla temperatura dell’acqua.

L’ecoscandaglio è quindi lo strumento più utile per i pescatori professionisti o i semplici appassionati di pesca sportiva. Se nelle imbarcazioni più grandi e munite di impianto elettrico si consiglia di utilizzare un ecoscandaglio fisso, in quelle più piccole si potrà optare per un modello portatile.

Ecoscandaglio

 

#2 Scegliere il trasduttore 

 

Per utilizzare un ecoscandaglio sarà necessario un trasduttore. In qualche caso il trasduttore viene venduto nella stessa confezione dell’ecoscandaglio, in altri casi dovrai invece acquistarlo separatamente. È importante sapere che per ogni ecoscandaglio potrai scegliere diversi tipi di trasduttori e continuando a leggere, imparerai a distinguere le varie tipologie.

 

Prima di scendere nei dettagli, cerchiamo di capire cos’è un trasduttore. Si tratta di una sonda (o sonar) che invia e riceve delle onde sonore usando diverse frequenze: in questo modo rileva non solo la profondità ma anche l’andamento del fondale.

 

Ora che hai capito cos’è un trasduttore, passiamo in rassegna le 4 tipologie attualmente in commercio:

 

  1. Trasduttore da poppa. È la tipologia più semplice e quella che viene utilizzata più di frequente. Nella maggior parte dei casi viene venduta insieme all’ecoscandaglio. L’installazione di questo trasduttore è abbastanza semplice: viene collocato a poppa e per fissarlo bastano delle viti autofilettanti. Sebbene si tratti di un’operazione semplice, si consiglia di affidarsi a un’officina specializzata perché se si sbaglia l’inclinazione o la posizione, il rischio è quello di comprometterne il funzionamento.

Il trasduttore da poppa si può usare solo quando l’imbarcazione procede a bassa velocità (non più di 8 o 10 nodi), perché è posizionato vicino al motore e la turbolenza generata dalle eliche disturba il segnale.

 

  1. Trasduttore passante. Questo trasduttore viene installato nella parte centrale dello scafo: si dovrà quindi praticare un foro per far passare la sonda. L’installazione va quindi affidata ai professionisti del settore, muniti di un’ottima esperienza e delle necessarie certificazioni. Prima di posizionare il trasduttore, bisogna valutare bene l’angolo delle chiglia perché è fondamentale che il dispositivo sia perfettamente perpendicolare al fondale. Il vantaggio di questo dispositivo deriva proprio dalla sua posizione strategica: trovandosi lontano dal motore, può essere usato anche a velocità sostenute, senza temere le turbolenze prodotte dalle eliche.

Prima di scegliere un trasduttore di questo tipo, si deve tenere conto di altri fattori. Se hai l’abitudine di trasportare la barca su un carrello a rulli, il trasduttore potrebbe subire dei danni, quindi in questo caso è opportuno orientarsi su una tipologia differente. Inoltre se la barca è in vetroresina il trasduttore può anche essere in plastica, ma se la barca è di legno il materiale da scegliere è il bronzo, così il trasduttore non può essere danneggiato dalla dilatazione del legno.

 

  1. Trasduttore da interno. Si tratta di una tipologia che viene installata nelle parte interna dello scafo, in posizione centrale e in questo caso non occorre neanche praticare un foro. Il trasduttore da interno si può installare solo nelle imbarcazioni che hanno una carena con un solo strato di vetroresina. Quando invece la carena ha due strati, bisogna forare il primo. In entrambi i casi occorrerà fissare l’apparecchio con della resina.

Come si può immaginare, questa tipologia di trasduttore fornirà dei dati meno precisi di quelli che ci si può aspettare dagli altri modelli, perché le onde sonore devono attraversare la carena. Bisogna quindi aspettarsi delle prestazioni inferiori del 15-20%, ma in compenso il funzionamento non è in alcun modo disturbato dalla velocità dell’imbarcazione.

 

  1. Trasduttore per motore elettrico. È una tipologia di trasduttore che si può usare solo nelle barche utilizzate per pescare che sono dotati di un motore elettrico dedicato. Va installato direttamente sul motore, quindi anche in questo caso non sarà possibile usarlo quando si superano gli 8-10 nodi: le onde che sbattono sullo scafo e la turbolenza delle eliche impediscono al traduttore di funzionare bene.

Nella scelta del trasduttore ti saranno utili anche altre indicazioni. I modelli standard hanno una potenza di 500-600 W e vanno bene per fondali profondi fino a 250 o 300 metri. Chi necessita di prestazioni più elevate e intende usare il trasduttore per scopi professionali, dovrà sceglierne uno da 1 o 2 KW. Nel secondo caso il costo sarà più elevato, ma anche le performance saranno di gran lunga maggiori.

#3 Valutare lo schermo 

Un elemento molto importante nella scelta del miglior ecoscandaglio è lo schermo. Ne esistono di vari tipi, ma i nuovi modelli sono tutti di tipo LCD a cristalli liquidi, così la visibilità è ottima in ogni condizione di luminosità.

La differenza di prezzo di un ecoscandaglio è legata spesso alle dimensioni dello schermo, alla definizione dell’immagine oppure alla matrice cromatica, infatti alcuni modelli sono a colori e altri in bianco e nero.

Prima di recensire 4 tra i migliori ecoscandagli disponibili sul mercato, ti segnaliamo che alcuni sono dotati anche di un rilevatore GPS, offrendo un valore aggiunto all’utilizzatore.

 

Garmin Striker 4

Ecoscandaglio Garmin Striker 4

Il primo modello che andiamo ad esaminare è l’ecoscandaglio Garmin Striker 4. È dotato di un display a colori da 3,5 pollici, molto luminoso e in grado di fornire immagini nitide e precise. Questa precisione deriva dalla tecnologia CHIRP, che invece di utilizzare le due frequenze standard (50 KHz e 200 KHz), utilizza un range di frequenze più ampio, così le informazioni sul fondale sono molto più dettagliate.

L’ecoscandaglio è dotato di GPS integrato, così dopo aver individuato una zona molto pescosa, sarà facile tornarci di nuovo salvando le coordinate. La tastiera è semplice, intuitiva e permette di utilizzare immediatamente il dispositivo.

Garmin Striker 4 viene venduto con un trasduttore che si può installare a poppa o direttamente sul motore. Dentro la confezione si trova tutto l’occorrente per una corretta installazione, come cavi, viti e sostegni. Come dicevamo, l’utilizzo è molto intuitivo, ma qualora sorgessero dei dubbi si possono consultare le istruzioni in dotazione, disponibili anche in italiano.

Vedi Prezzo

Deeper Pro Sonar Wi-Fi

Ecoscandaglio Deeper Pro Sonar Wi-Fi

 

Tra i migliori ecoscandagli non può mancare Deeper Pro Sonar Wi-Fi, il primo modello che non richiede alcuna installazione. Si tratta infatti di un sonar Wi-Fi, portatile e senza fili, che viene utilizzato sia dai professionisti che dai principianti.

Il suo punto di forza sono le dimensioni compatte: con soli 100 grammi di peso e 65 mm di diametro, può essere facilmente riposto nella cassetta della pesca ed essere portato ovunque.

Le immagini nitide e dettagliate vengono trasmesse direttamente allo smartphone o al tablet, grazie alla tecnologia Smart Imaging. Il profilo del fondale e i pesci presenti vengono visualizzati con estrema chiarezza, come in una foto. Non occorre quindi interpretare le immagini, perché le prede vengono individuate con precisione, perché vengono separate da tutto ciò che le circonda.

La doppia frequenza di 90 KHz e 290 KHz permette di scegliere se visualizzare una zona ampia per individuare la presenza di pesci, oppure ottenere una maggiore precisione e visualizzare i dettagli del fondale.

Con estrema facilità si può regolare la sensibilità del sonar, cambiare la frequenza e anche utilizzare la funzione standby, che garantisce un notevole risparmio energetico. Il software si può aggiornare con pochi click direttamente dallo smartphone o dal tablet. Usando l’app per dispositivi mobili si possono anche scattare le foto e condividerle con gli amici sui social.

Vedi Prezzo

Lixada 100M

Ecoscandaglio Lixada 100M

Il prossimo modello che recensiamo è di gran lunga più semplice ed economico. Si tratta di Lixada 100M, un ecoscandaglio portatile con display in bianco e nero che a dispetto del prezzo, non delude le aspettative degli appassionati di pesca.

Questo piccolo ecoscandaglio resiste bene alle escursioni termiche, è impermeabile e rileva la profondità del fondale fino a 100 m. Semplifica quindi la vita dei pescatori, che possono individuare con facilità i banchi dei pesci nelle profondità marine, grazie all’allarme acustico che si attiva nel momento in cui vengono rilevati dei pesci.

I suoi punti di forza sono il prezzo imbattibile, la robustezza e la facilità d’utilizzo. Si può fissare allo scafo, a un palo oppure a un galleggiante. L’unico difetto che siamo riusciti a trovare è la mancanza di precisione: la posizione del pesce viene segnalata in modo approssimativo e non fornisce alcuna indicazione sulle dimensioni delle prede.

Vedi Prezzo

Ecoscandaglio elettronico Fishingsir

Ecoscandaglio elettronico Fishingsir

Il sonar elettronico Fishingsir entra a pieno titolo tra i migliori ecoscandagli disponibili. Il sensore sonar è senza fili e si presta all’uso da parte di pescatori esperti e meno esperti. È un prodotto molto sensibile che individua con precisione i pesci, indicandone anche la dimensione approssimativa.

Il display non è molto grande (appena 2,8 pollici), ma restituisce un’immagine a colori estremamente nitida che si può leggere anche alla luce del sole. La risoluzione dello schermo è di 240×160.

L’ecoscandaglio permette di scansionare il fondale fino ad una profondità di 45 metri. Funziona senza fili fino ad una distanza di 100 metri, con una frequenza di 2.4 Ghz. È un prodotto robusto, impermeabile, leggero e rifinito nei dettagli. Inoltre è estremamente versatile, infatti si può utilizzare su imbarcazioni di ogni tipo, galleggianti e anche dalle banchine.

Si possono selezionare fino a 15 lingue diverse, mentre le istruzioni contenute nella confezione sono in inglese. Qualche altro punto a favore? La batteria dura a lungo e l’ecoscandaglio permette anche di filtrare la dimensione dei pesci, in modo che non vengano rilavati quelli troppo piccoli.

Vedi Prezzo

Conclusioni

Siamo arrivati alla conclusione della nostra recensione comparativa. Come avrai notato, per avere tra le mani uno dei migliori ecoscandagli per la pesca, non dovrai necessariamente sborsare una cifra elevata.

Se stai iniziando adesso, puoi partire con un modello semplice ma efficiente e man mano che crescerà la tua passione, sentirai l’esigenza di un prodotto più performante e preciso. Adesso hai tutte le informazioni che ti servono per decidere quale comprare e metterti alla prova in questo sport meraviglioso.